Veduta Castello Sangineto

Vicinissimo al più conosciuto centro di Belvedere Marittimo, troviamo il piccolo comune di Sangineto (pare dal latino “sanguinetum”), che si divide, come molti altri centri della Riviera dei Cedri, tra il centro storico e il lido (denominato anche Le Crete), meta turistica dove, negli anni settanta, sono sorti numerosi villaggi turistici e strutture ricettive.

Un centro a vocazione turistica che può vantare non solo infinite bellezze naturali ma anche un adeguato patrimonio artistico. Difatti, nel borgo, strutturato sull’altura e caratterizzato da intriganti vicoletti e scalinate, si possono ammirare la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria della Neve, del XIII secolo, al cui interno vi è un pregevolissimo battistero con una copertura lignea altrettanto pregevole (risale al XIV secolo) con un portale realizzato successivamente, in pietra di tufo, nel XVII secolo, su un impianto preesistente, nonché il Convento di San Francesco di Paola e le Cappelle dedicate a San Giuseppe, San Michele e alla Madonna del Carmine.

Tra gli edifici non religiosi, spicca, nei pressi del lido, il Castello del Principe, un superbo castello angioino costruito nel XV secolo dai Principi Sanseverino di Bisignano, a pianta quadra, con 4 torri e un loggiato, con al centro un ulivo secolare, piantato dai prigionieri austriaci il 4 novembre 1918, giorno dell’armistizio della Grande Guerra, in segno di pace. Nei giardini del Castello, durante la stagione estiva, si tengono eventi teatrali e musicali di alto rango, nel segno della famiglia Giunti, che è stata proprietaria del Castello, i cui esponenti principali sono stati Francesco Maria Giunti, avvocato e deputato dall’VIII all’XI Legislatura del Regno d’Italia, e Leopoldo Giugni, ammiraglio e politico anch’egli, prima deputato poi senatore del Regno d’Italia. Alla stessa famiglia apparteneva anche il noto pilota della Ferrari in Formula Uno, Ignazio Giunti, scomparso in un incidente in Argentina nel 1971.

E’ una località, Sangineto, a dimensione d’uomo, molto amata dai cosentini, che qui spesso hanno una seconda casa. La spiaggia è ampia e il mare è cristallino e non manca il verde. Una località per intenditori, e per gli amanti del tranquillo soggiorno al mare.