Il castello di Belvedere

Il territorio di Belvedere Marittimo ha tradizioni storiche che si perdono nella notte dei tempi. Qui visse l’antico popolo dei Lucani, intorno al X° secolo a.C., qui nel corso dei secoli sono state presenti tutte le dominazioni che hanno fatto la storia della terra calabrese.

Il borgo medievale realizzato in epoca normanna intorno al Castello (ampliato, questo, dagli Aragonesi intorno al ‘500), che domina la vallata e la sottostante costa tirrenica (il “belvedere”, dal quale in alcune giornate si possono ammirare le isole Eolie), fa contrasto con la “Marina”, frazione popolosa nata intorno alla spiaggia, alla strada statale e alla linea ferroviaria, ben curata sotto l’aspetto urbanistico. Belvedere Marittimo è nota, nell’ Alto Tirreno Cosentino, come la “città delle cliniche”: difatti, anche grazie al clima particolarmente salubre, esistono da decenni ben tre case di cura, ed è anche una delle poche realtà industriali del territorio.

Belvedere Marittimo è, però, anche la città di San Daniele e di San Valentino: nel centro storico e appena fuori le mura cosa possiamo vedere? La Chiesa della Madonna delle Grazie, quella del S.S. Crocifisso, del S.S. Rosario, quella di San Francesco da Paola e di Santa Maria del Popolo. A San Daniele, patrono di Belvedere, (che pare fosse il concittadino Daniele Fasanella) e che viene festeggiato il 13 ottobre di ogni anno, è dedicato il Convento dei Cappuccini, nel quale dimorò anche il Beato Angelo da Acri. Tra le curiosità del posto, la presenza dei “calanchi”, ed in particolare del “solitario”, che si trova in località Santa Letterata, a ridosso della Superstrada Tirrenica 18: i calanchi sono dei fenomeni di erosione che si formano per effetto dell’acqua su rialzi sabbiosi e argillosi, di solito presenti nelle realtà geografiche americane, che danno luogo a vere e proprie sculture naturali. Altra curiosità, il fatto che la cittadina custodisce, nel Convento dei Cappuccini, le reliquie di San Valentino, e per questo motivo la cittadina è gemellata con Terni, città del Santo.